Zero gli infortuni del personale RAM dal 20 gennaio 2017

Inserito il 01/03/2017 16:52

RAM e gli investimenti 2017. Presentato il piano alle OO.SS.

La Raffineria di Milazzo continua ad investire e anche nel 2017, nonostante uno scenario economico internazionale che rimane difficile ed un mercato petrolifero molto complesso, prevede di investire circa 80 milioni di Euro con l’obiettivo dichiarato, da parte degli Azionisti, di continuare il percorso finalizzato al mantenimento degli standard di eccellenza raggiunti e sostenibilità nel lungo periodo.

E’ quanto emerso nell’incontro annuale tra l’azienda, le organizzazioni sindacali sia interne che dell’indotto, gli imprenditori e Sicindustria Messina.

“Una ulteriore testimonianza della fiducia degli azionisti nei confronti della raffineria e delle persone che vi lavorano e della loro volontà di continuare un percorso di eccellenza in un mercato dove solo chi riesce a fare sistema, in un contesto di tranquillità, può continuare a fare business” è quanto affermato dal Responsabile delle Risorse umane della RAM, Luca Franceschini.

Nel corso dell’incontro l’ing. Arces, Direttore Tecnico della RAM ha illustrato alcuni dei progetti di investimento con un focus particolare su quelli rivolti al miglioramento della performance ambientale.

In questo ambito rientra il progetto della copertura delle vasche degli impianti di trattamento delle acque di scarico e di processo che, dopo un lungo iter approvativo, ha recentemente ottenuto il via libera del ministero. La tecnologia americana utilizzata è innovativa e riconosciuta come la migliore al mondo.

Nell’ambito dell’ammodernamento delle strutture logistiche di raffineria di rilievo è l’installazione di un terzo impianto di recupero vapori (VRU) ai pontili, sviluppato con una tecnologia in linea con le più recenti best practices internazionali ed il completamento del progetto di blending dei grezzi che permetterà una flessibilità di lavorazione dei prodotti più ampia.

Tra gli altri investimenti del 2017, importante citare il completamento dell’impianto SRU3, per una maggiore flessibilità operativa del ciclo di raffineria, l’integrazione tecnica con la centrale a ciclo combinato “Termica Milazzo”, società acquisita da RAM lo scorso anno, varie operazioni di miglioramento, in linea con le ultime BAT (Migliori Tecniche Disponibili) internazionali, ed interventi al turbogas per il miglioramento delle prestazioni ambientali.

Nel piano degli investimenti, infine, una voce importante è dedicata ad alcuni studi strategici.

Agli investimenti previsti, si aggiunge quanto verrà speso per le attività di manutenzione.

Nel presentare il programma di investimenti alle OO.SS., RAM ancora una volta ha posto l’accento sull’importanza della sicurezza e sulla necessità di continuare nel cammino di eccellenza intrapreso ormai molti anni fa in questo ambito e che rappresenta una eccellenza italiana.