Codice Etico e Modello 231

La Raffineria di Milazzo, recependo i più avanzati orientamenti in materia di etica e sostenibilità d’impresa, si è dotata di un Codice Etico e di Modello 231.

 

Il Modello 231 della Raffineria di Milazzo soddisfa il Decreto Legislativo 231/2001 che ha introdotto la disciplina della responsabilità amministrativa delle Società. Quest’ultime possono essere ritenute responsabili dei reati commessi dai dipendenti nell'interesse della Società e, conseguentemente, sanzionate. La responsabilità della Società può essere tuttavia esclusa se questa ha adottato ed efficacemente attuato modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenirli.

All'interno è presente il Codice Etico. Esso rappresenta la sintesi dei principi e dei valori a cui la Raffineria di Milazzo, dove all'interno si trova anche la Centrale di Cogenerazione Termica, si ispira e traccia gli obiettivi e le fondamentali norme di comportamento che ciascun dipendente o collaboratore della Raffineria di Milazzo è tenuto a osservare nello svolgimento della propria attività lavorativa o quando si trovi ad interagire con soggetti terzi. I principi generali alla base del Codice Etico sono il rispetto delle leggi, la trasparenza, l’onestà, la lealtà, la correttezza, la riservatezza, la buona fede ed il rispetto dell’ambiente; lo stesso, inoltre, definisce in modo chiaro ed esplicito le responsabilità etiche e sociali del management e dei dipendenti della Raffineria di Milazzo verso i diversi stakeholder.

Un Organismo di Vigilanza indipendente assicura la supervisione sull’efficacia del Codice Etico e del Modello 231.

La centrale di cogenerazione Termica, attiva dal 1999, è un impianto gestito dalla Raffineria di Milazzo S.C.p.A
Produce energia elettrica che conferisce alla Rete Elettrica di Trasmissione Nazionale e vapore che invia alla Raffineria stessa.

Essendo un impianto a ciclo combinato cogenerativo, alimentato da gas naturale, consente una produzione di energia elettrica a elevato rendimento. Il vapore utilizzato per la produzione di energia elettrica viene infatti sfruttato anche per i processi tecnologici dello stabilimento e per il riscaldamento.

Il ciclo combinato trasforma l’energia termica del gas naturale in energia meccanica utilizzando due cicli termici a cascata. Nel primo ciclo l’energia meccanica è ottenuta dalla turbina a gas, grazie all’espansione di gas caldi provenienti dalla combustione del gas naturale. Nel secondo ciclo, l’energia meccanica è ottenuta da una turbina alimentata dal vapore prodotto dalla caldaia a recupero termico, che utilizza come fonte di calore i fumi uscenti dall’unità turbogas.

Il ciclo combinato e la cogenerazione ci consentono un elevato sfruttamento dell’energia del combustibile e quindi un elevato rendimento energetico complessivo rispetto ai sistemi termoelettrici tradizionali.

Un aspetto importante da un punto di vista ambientale è la presenza di un dissalatore che provvede alla produzione di acqua industriale utilizzando l’acqua di mare.