Inserito il 28/02/2017 17:37

Riduzione degli impatti ambientali: la RAM caso studio per il Ministero dello Sviluppo Economico

Gli sforzi fatti dalla Raffineria di Milazzo in questi anni sul fronte della riduzione degli impatti ambientali, attraverso il costante impegno degli Azionisti con cospicui investimenti mirati e attraverso il lavoro di tutti per lo sviluppo e l’applicazione dei sistemi di gestione e dei miglioramenti organizzativi, danno frutti visibili e riconosciuti.

La nostra azienda, infatti, è stata invitata dal Ministero dello Sviluppo Economico a presentare, come caso di studio, la propria esperienza nel campo della riduzione degli impatti ambientali nell’ambito del corso per dirigenti e funzionari organizzato dal dipartimento Sicurezza dell’Approvvigionamento e le Infrastrutture Energetiche del ministero.

Il corso ha preso il via quest’oggi, martedì 28 febbraio, con il primo modulo denominato “il petrolio: dalla raffinazione alla distribuzione”. Dopo l’introduzione sul settore della raffinazione in Italia a cura del Direttore Generale del dipartimento, è stata la volta del nostro Direttore Generale, ing. Piero Maugeri, che ha presentato ai dirigenti e funzionari partecipanti al corso quanto fatto da RAM per la riduzione degli impatti ambientali.

“E’ stata un’esperienza molto interessante - dichiara l’ing. Maugeri - con tanti spunti di approfondimento. Ho notato con piacere un grande interesse per la complessità degli investimenti ambientali realizzati dalla Raffineria, in costante adeguamento alle BAT internazionali, ovvero le migliori tecniche disponibili”.

“Solo nell’ultimo triennio - continua Maugeri – abbiamo investito circa 110 milioni di euro per progetti specificatamente ambientali”.

Nel corso del dibattito successivo è stata evidenziata la strategicità del settore raffinazione in Italia, oltre alle ricadute sul territorio da parte delle Raffinerie, tra cui Milazzo, in termini di sviluppo e occupazione.

“L’invito a parlare di temi cosi attuali ed importanti - conclude Maugeri - è una conferma della bontà del percorso di sostenibilità ambientale che ormai da anni portiamo avanti”.

Tags: Ambiente