Inserito il 14/03/2016 10:00

Visita di dirigenti scolastici francesi alla Raffineria di Milazzo

Gli incontri con il mondo della scuola sono sempre un piacere per la RAM. E quando questi hanno un respiro internazionale diventano ancora più piacevoli ed interessanti.

Dopo la positiva esperienza dello scorso anno, un altro gruppo di dirigenti scolastici di licei professionali francesi ha chiesto di visitare la nostra raffineria. Quest'anno facevano parte del gruppo anche sei dirigenti scolastici provenienti da scuole dell’Isola di Reunion, una lontanissima isola dell’Oceano Indiano, di fronte al Madagascar, che è regione d'oltremare della Francia.


La visita si è tenuta lo scorso 8 marzo e rientrava in un progetto che, prendendo spunto dai lavori della Commissione Europea sulle cause e le conseguenze dell'abbandono scolastico, porta avanti l'esigenza di individuare delle buone prassi formative attraverso il confronto e la condivisione delle esperienze con colleghi e partner dell'educazione di altre realtà europee.

In particolare tale progetto, coordinato dall'Istituto Superiore "Antonello" di Messina, prevedeva uno stage di formazione e scambio professionale a Messina e provincia nell'ambito del progetto "Erasmus Plus", con il patrocinio del Ministero dell'Education Nationale francese. Proprio con tali obiettivi i dirigenti scolastici francesi hanno visitato anche diverse realtà scolastiche messinesi e della provincia fra le quali, nel pomeriggio di giorno 8 stesso, l'I.T.T. "E. Majorana" di Milazzo, istituto riconosciuto come eccellenza scolastica della provincia di Messina e con il quale la RAM sviluppa da anni progetti formativi e tecnico-scientifici e dal quale provengono la maggior parte dei diplomati assunti nella nostra azienda.

La presentazione della raffineria sia dal punto di vista tecnologico ed impiantistico che da quello delle persone che vi lavorano, con una particolare attenzione agli impegni profusi negli anni per la sostenibilità ambientale e sociale, e la visita a impianti e sala controllo, hanno interessato moltissimo gli ospiti francesi, che hanno voluto approfondire, con numerose domande, la conoscenza della nostra realtà industriale. L'interesse e l'apprezzamento sono dimostrati anche dal fatto che alcuni di loro hanno chiesto di poter sviluppare insieme progetti di stage e tirocini per qualche loro studente.